Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy. Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email all'indirizzo edomed94@gmail.com Saranno immediatamente rimossi. L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

20/03/17

ERDOGAN COME BOUMEDIENNE






   
Un giorno milioni di uomini abbandoneranno l’emisfero sud per irrompere in quello nord e non certo da amici perché vi irromperanno per conquistarlo e lo conquisteranno popolandolo coi loro figli sarà il ventre delle nostre donne a darci la vittoria  
 
 
ERDOGAN COME BOUMEDIENNE
 
Erdogan getta definitivamente la maschera: la conquista dell'Eurabia con il ventre delle donne turche il suo dichiarato obbiettivo. Qualche statista di Bruxelles crede ancora che la Turchia dovrebbe entrare nell'Unione Europea?
 
 
Nel 1974 Boumedienne, cioè l’uomo che tre anni dopo l’indipendenza dell’Algeria aveva spodestato Ben Bella, parlò dinanzi all’assemblea delle Nazioni Unite e senza tanti complimenti disse:
«Un giorno milioni di uomini abbandoneranno l’emisfero sud per irrompere nell’emisfero nord. E non certo da amici. Perché vi irromperanno per conquistarlo, e lo conquisteranno popolandolo coi loro figli.
Sarà il ventre delle nostre donne a darci la vittoria
». (
In Oriana Fallaci La forza della ragione, Rizzoli 2004, p. 56-57).
Dopo 43 anni il nuovo califfo della Turchia “nazionalista” Erdogan ribadisce lo stesso concetto ai turchi già presenti nella Ue in diversi mlioni, 6 solo in Germania: "Fate almeno 5 figli per coppia".
Gli immigrati turchi nei Paesi europei devono mettere al mondo almeno cinque figli, perché siano loro ''il futuro dell'Europa''. Questo l'ultimo messaggio di guerra all'occidente proferito dal presidente Recep Tayyip Erdogan che ha rivolto ai milioni di cittadini turchi che vivono appunto in Europa.
Il tutto si inserisce in una crisi diplomatica in corso tra Turchia, Olanda e Germania e di ultima la Danimarca; Erdogan ha ripetutamente accusati i Paesi europei di comportarsi come la Germania nazista, avendo comportamenti discriminatori nei confronti dei turchi. ''Da qui io dico ai miei cittadini, ai miei fratelli e sorelle in Europa, fate studiare i vostri figli nelle scuole migliori, fate sì che la vostra famiglia viva nei posti migliori, guidate le auto migliori, vivete in belle case'', ha detto Erdogan, invitando poi gli immigrati turchi ad ''avere cinque figli, non tre. Voi siete il futuro dell'Europa''.
''Questa è la migliore risposta alla maleducazione che hanno mostrato nei vostri confronti, all'inimicizia, agli sbagli'', ha aggiunto in un discorso televisivo tenuto nella città di Eskisehir, a sud di Istanbul.
Mentre gli americani con il nuovo criticatissimo, ma eletto democraticamente presidente Donald Trump corrono ai ripari, con i noti divieti di entrata per molti cittadini di paesi islamici; questa gravissima crisi diplomatica è l'ennesima dimostrazione del fallimento politico di quest'Europa a guida tedesca.
 
 
In redazione il 19 Marzo 2017
fonte: http://www.ilcorrieredelleregioni.it

Nessun commento:

Posta un commento